Dettaglio evento

La Breva. Storie di lago

Alfredo Chiappori, La Breva. Storie di lago, Dominioni Editore, 2019, conduce Alessandro Dominioni, editore.

Nella bellezza di queste sedici Storie di Lago si cela la straordinaria umanità che anima il Lario. Lo scrittore lecchese dipinge varie vite sul soffio del vento dei laghi lombardi, la Breva.

Ma cos’è la Breva?

È il vento tipico dei laghi lombardi, “meditabondo” e “dall’eterea vitalità”, ma si legge come metafora di un destino umano – lieve come brezza appunto – che emana da questa silloge di racconti lacustri.

La prima edizione del libro di Chiàppori, “La Breva”, è stato pubblicato nel 2001 da Baldini&Castoldi, e dopo una serie di ristampe è esaurito e fuori catalogo da più di dieci anni.

È per noi un piacere e un onore riproporti questo capolavoro lariano:

così all’autochiatta Mussolini, che nel ’25 cola a picco grottescamente proprio al suo varo davanti alle autorità fasciste, si sovrappone la gondola Fedela, mandata dal Littorio a raccoglier doni per gli eroici combattenti nel luglio del ’43 e usata nel tragitto per far espatriare una famiglia di ebrei italiani.

Traghetti condannati alle solite tratte quotidiane, «barchìtt» agili e veloci usati per il contrabbando notturno di sigarette, esprimono un parallelo simbolico con le vite dei loro passeggeri e promettono sempre un riscatto dalla malinconia misteriosa dell’esistenza. È il caso dell’operaio-contrabbandiere Adamo che può perdere un intero carico ma non rinuncia all’amico La Man, il costruttore di barche.

Ma la bellezza segreta di questi racconti è nella musica sotterranea che li accomuna tutti, come un concerto il cui preludio è la natura e il finale l’uomo.

25 Agosto 2019 alle 17:00

Ospiti

Alfredo Chiàppori

Alfredo Chiappori è nato a Lecco nel 1943. Pittore e disegnatore, è autore di numerosi libri di disegni satirici. Ha vinto per due volte la Palma d’Oro al Salone Internazionale di Bordighera, nel 1980 con "Cantata in bianco e nero" (Mondadori), e nel 1990 con Tali & Quali (Rizzoli). Ha collaborato, fra l’altro, a “Linus”, “l’Unità”, “La Stampa”, “la Repubblica”, “Panorama”, “L’Europeo”.

Dal 1988 collabora regolarmente al “Corriere della Sera”. Nel 1997 ha esordito nella narrativa con il romanzo Il Porto della Fortuna, edito da Rizzoli, con il quale ha vinto il Premio Giuseppe Dessì e il Premio Molinello. Ha inoltre pubblicato: Il mistero del “Lucy Fair” (Baldini&Castoldi, 2002) Premio Gaeta, Premio “Cultura del Mare” di S. Felice Circeo, Premio Forte Village “Un libro per l’Estate”; Franco destino (Marsilio, 2004); La follia del mare, (Mursia Editore, 2008); Quanti denti ha il pescecane (Mursia Editore, 2009). Sempre con Mursia ripubblica Il Porto della Fortuna.